Cisti: cosa sono?

La cisti dentaria è una patologia circoscritta a un dente specifico e si manifesta sotto forma di “rigonfiamento” che contiene un fluido sieroso (pus). Le cisti che non contengono liquido sono pseudocisti, mentre le altre sono considerati veri e propri ascessi. Le cisti sono la diretta conseguenza di carie, pulpiti e di casi necrosi pulpare. Le cisti posso anche essere provocate da scorrette occlusioni dentali, granulomi, estrazioni e devitalizzazioni non perfettamente riuscite. In un primo stadio le cisti non si manifestano con sintomi particolari, talvolta nemmeno dolorabilità, ma in un secondo momento si riscontrano gengive gonfie, alitosi, mobilità dentale e rigonfiamenti.

Le cisti si rilevano grazie a radiografie dell’arcata dentale e una volta verificata la dimensione della ciste si stabilisce come intervenire. La soluzione più utilizzata è l’intervento, più o meno invasivo a seconda del danno. Se però la cista non è particolarmente profonda talvolta si può ricorrere al semplice drenaggio della parte interessata.

Non dimenticate che alcune patologie dentali potrebbero non manifestarsi con dolorabilità nei primi momenti, quindi è assolutamente fondamentale sottoporsi a visite di controllo periodico e avere una igiene orale impeccabile.